Hotjar: come utilizzarlo per l'User Experience dei tuoi utenti (e le tue campagne di Lead Generation)

04/09/17 13.07 / by Luigi Montemurro posted in Lead Generation e processi di vendita, Digital analytics, User Experience

0 Commenti

 

Esistono tool molto utili che possono aiutarci a comprendere dove e come ottimizzare il Conversion Path a supporto delle nostre campagne di lead generation. Oltre al più noto Google Analytics, la cui conoscenza è da considerarsi basilare per chiunque si approcci al mondo del digital, in questo articolo vi presenterò Hotjar, un tool che ci offre un supporto preziosissimo per capire come migliorare i nostri risultati.

Hotjar è un software che aiuta a migliorare l'esperienza utente del sito web, delle Landing Page o delle piattaforme, attraverso l'analisi, anche visiva, del comportamento che hanno tutti coloro che vi ci atterrano. (ne abbiamo parlato in Aumentare le conversione e le vendite con l'analisi dei dati qualitativi).

Leggi tutto

McDonald's: la Digital Transformation e la nuova esperienza utente

21/08/17 13.15 / by Stefania Montemurro posted in User Experience

0 Commenti

 

Un colosso come McDonald’s può sviluppare ancora il proprio business? o addirittura può, dopo anni di storia, migliorare ulteriormente l’esperienza dei clienti? Sì e l’ha fatto, lo sta facendo proprio ora.

Sul sito di McDonald’s Italia troviamo che “il primo ristorante McDonald’s è nato negli Stati Uniti su iniziativa dei fratelli Richard e Maurice McDonald nel 1937”. Avete capito bene. McDonald’s nasce 80 anni fa; 80 anni di storia e di perfezionamenti che hanno portato il colosso del food ad arrivare dove lo vediamo oggi.

Leggi tutto

L’usabilità di un sito web determina il successo di un’azienda. I “perché” e le scelte di Amazon.

17/08/17 13.44 / by Stefania Montemurro posted in User Experience

0 Commenti

 

Google, Starbucks, Amazon, un e-commerce di cosmetici, un’azienda locale con anni di storia alle spalle. Cosa accomuna queste attività?

Tutte dipendono dai propri utenti e clienti.

Come ho raccontato nell’articolo Il Design è un processo orientato ai dati, le aziende hanno bisogno di rendere Customer centric i propri prodotti e di ricercare la soddisfazione dell’utente. Ogni esperienza vissuta dall’utente si rifletterà sulle vendite, un’esperienza positiva si traduce in maggior fiducia nel brand e in maggiori conversioni.

Come un manager può portare innovazione in azienda attraverso lo studio e la riprogettazione dell’usabilità di un sito web

Leggi tutto

Incrementare le conversioni e le vendite con l'analisi dei dati qualitativi

24/07/17 13.16 / by Stefania Montemurro posted in User Experience

0 Commenti


 

Un buon prodotto soddisfa le esigenze dell’utente, un ottimo prodotto supera le aspettative e un prodotto eccezionale da agli utenti qualcosa di cui non sanno di aver bisogno.

Realizzare un prodotto eccezionale è un processo complesso, richiede tempo, denaro, fatica e analisi a partire dal design.

Come abbiamo visto precedentemente il design è un processo orientato ai dati, dobbiamo perciò raccogliere e analizzare dati quantitativi e dati qualitativi prodotti dall’esperienza utente del nostro sito web o applicazione.

Leggi tutto

Il Design è un processo orientato ai dati

07/07/17 13.16 / by Stefania Montemurro posted in User Experience

0 Commenti

 

Don Norman, psicologo cognitivo e Direttore del Design Lab presso l'Università della California,  ha definito l’User Experience (UX) come l’insieme degli aspetti dell’interazione tra l’utente finale e l’azienda, i suoi servizi e i suoi prodotti. “Il primo requisito per una user experience esemplare è quello di soddisfare le specifiche esigenze del cliente, senza alcun problema o fastidio.”

Perchè le aziende dovrebbero investire nello studio e nell’ottimizzazione dell’esperienza utente?

Progettare servizi con una buona usabilità significa soddisfare i bisogni dell'utenza fornendo strumenti in grado di rispondere ai bisogni prima che questi si manifestino.

Leggi tutto

Perché creare un metodo come lo Sprint

28/05/17 20.34 / by Gennaro Polito posted in User Experience

0 Commenti

e come proteggere la tua risorsa più importante

 

Voglio provare a indovinare il modo in cui sei abituato a portare avanti lo sviluppo di un nuovo prodotto o servizio: la tua agenda diventa piena di riunioni dove si pianifica l’evoluzione del prodotto nei minimi dettagli, e la parola brainstorming diventa il tuo mantra.

Una domanda: come sai che il brainstorming funziona?

E inoltre, è davvero l’unico metodo efficace per stimolare la creatività di un team e ideare nuove soluzioni?

La prima domanda è la stessa che è stata posta a uno dei creatori del metodo Sprint, Jake Knapp, da un ingegnere di Google al termine di una sessione di brainstorming (l’avresti mai detto?).

Leggi tutto

La “lista della spesa” per il tuo Sprint

24/05/17 13.55 / by Gennaro Polito posted in User Experience

0 Commenti

 

Come abbiamo già visto, a differenza delle sessioni di brainstorming lo Sprint è un approccio più orientato a individuare soluzioni pratiche a problemi che l’azienda incontra in qualsiasi aspetto del proprio business e prototiparle in tempi rapidi: più precisamente, bisogna testare la soluzione individuata in soli cinque giorni.

Leggi tutto

Ma la mia azienda non è adatta allo Sprint

19/05/17 15.07 / by Gennaro Polito posted in User Experience

0 Commenti

 

Quando ci riferiamo a temi come l’innovazione, spesso dobbiamo affrontare alcune resistenze interne alle aziende, dovute in larga parte al preconcetto che solo aziende del calibro dei giganti del tech o le startup possano adottare metodologie, strumenti e processi che mettono in discussione il modo tradizionale in cui si sono sempre svolte le attività all’interno dell’organizzazione.

Leggi tutto

Gli Ocean's Seven: chi sono i componenti dello Sprint Team

10/05/17 21.47 / by Gennaro Polito posted in User Experience

0 Commenti


 

Conosci il film Ocean’s Eleven?

Nel film, Danny Ocean raduna un team di criminali per compiere il colpo della vita: svaligiare un casinò di Las Vegas prendendo le vincite della giornata, una somma pari a 150 milioni di dollari.

Tutti i pronostici sono contro loro, hanno poco tempo a disposizione, e per la riuscita del progetto sono necessarie competenze molto speciali e un complessa strategia.

Nel team ci sono un borseggiatore, un esperto di esplosivi, addirittura un acrobata.

Proprio come nel film, in uno Sprint tu e il tuo team impiegate i vostri talenti, tempo ed energie al meglio delle vostre possibilità, affrontando una sfida complicata e usando il vostro ingegno (e qualche trucchetto) per superare qualsiasi ostacolo sul vostro percorso.

Leggi tutto

Unisciti al cambiamento

Banner webinar dbb

Iscriviti alla newsletter

Articoli recenti