La tua azienda ha bisogno di SEO & Inbound Marketing

27/05/19 12.30 / Di Maria Letizia Sgrò

La tua azienda ha bisogno di SEO & Inbound Marketing e ti spiegherò perché in questo articolo, mettendo in luce le metodologie e le fasi dietro queste due strategie digitali che all’apparenza possono sembrare parallele.

analysis-device-electronics-1496192

 

 L’ottimizzazione SEO per posizionare la tua azienda

Il termine SEO è un acronimo che deriva dall’inglese Search Engine Optimization e la relativa ottimizzazione riguarda tutte quelle attività che hanno come obiettivo migliorare il posizionamento organico di un sito web, tramite la ricerca di determinate keyword sui motori di ricerca come Google, Yahoo! o Bing.

Se il tuo sito è ottimizzato in ottica SEO, in base al topic, nel tempo si posizionerà in cima alla pagina dei risultati del motore di ricerca - detta anche SERP (Search Engine Results Pages).

 

L’ottimizzazione SEO è composta da diverse fasi:

  • Indicizzazione: la prima cosa da fare è avviare un processo di indicizzazione, con lo scopo di inserire un sito o una pagina web nel database del motore di ricerca in modo da essere riconosciuto. Da non confondere con l’ottimizzazione stessa, che, come già spiegato, mira a portare un determinato sito più in alto possibile nella SERP.  
  • Analisi delle keyword e definizione dei contenuti: analizzare le parole chiave con più volume di ricerca e con i giusti strumenti è il principio alla base di tutte le attività legate al mondo SEO. In questo modo si possono identificare i  “temi” più pertinenti dal punto di vista SEO e sviluppare una strategia di content marketing adatta per poter posizionarsi bene e aumentare il traffico sul proprio sito.
  • Ottimizzazione on-site: una volta identificati i contenuti, essenziale è l’intervento sugli elementi interni del sito per un’associazione tra le keyword individuate nella fase precedente e le diverse pagine che compongono il sito.
    Per migliorare il proprio ranking (posizionamento) le keywords devono risultare all’interno dei testi e del Tag Title ed essere riprese, se possibile, anche nella Meta Description. Altri fattori chiave da considerare sono il nome del dominio, che deve dare pertinenza e credibilità al sito; il contenuto del sito deve essere interessante e ottimizzato con inserimento di anchor text o rich media files, il bounce rate (frequenza di rimbalzo) e il tempo di caricamento della pagina. Inoltre, non bisogna dimenticare l’utilizzo di link interni, in grado di creare traffico tra una pagina e l’altra all’interno del proprio sito.

Il tuo occhio attento potrebbe aver già notato che ho considerato la maggior parte di questi fattori anche nella struttura di questo articolo.


La costanza nella pubblicazione dei contenuti e l’aggiornamento continuo del proprio sito web sono indispensabili per permettere al motore di ricerca di posizionare il sito sempre più in alto.

  • Ottimizzazione off-site: altrettanto importanti sono le attività di posizionamento off-site, attraverso strategie finalizzate ad un aumento della quantità e della qualità dei link in entrata tramite attività di referral, link building, gestione della reputazione online, social media engagement.
  • Monitoraggio dei risultati: una volta messa in atto la strategia è necessaria una continua analisi dei dati e dei risultati che va dal comportamento degli utenti sul sito, dal volume degli accessi al sito dai motori di ricerca al tasso di conversione.

Grazie alla SEO è possibile raggiungere un numero elevato di utenti, portando traffico al proprio sito web ed essere competitivi online.

A questo punto spero che ti stia già ponendo alcune domande e considerazioni.

Il tuo sito è già tanto efficace da portare l’utente all’acquisto in poco tempo? Hai solo bisogno che sia posizionato meglio nei motori di ricerca? Allora l’attività SEO fa al caso tuo.

Se fai bene la SEO inizierai a ricevere molte visite, ma le visite non diventano automaticamente contatti, o clienti. Per trasformare le visite in clienti, ecco che entra in gioco l'inbound.

 

Abbiamo creato un report per aiutarti a capire quali sono le funzionalità e i vantaggi delle piattaforme SEO, dalla ricerca di keyword e rank-checking all'analisi ed acquisizione dei backlink, scarica subito la tua copia gratuita!

Scarica l'e-book

 

seo-3007488_1920

 

Inbound Marketing & SEO a confronto 

L’inbound Marketing pone il cliente al centro, attraverso le fasi della buyer’s journey:

  • Nella prima fase, attract, l’obiettivo è portare il maggior traffico possibile sul sito, tramite un’attenta analisi delle parole chiave, la definizione delle Customer Persona e dei contenuti pertinenti.
  • Il secondo step, convert, prevede la conversione dell’utente in lead. Questo avviene, per esempio, con la compilazione di un form nelle landing pages così da poter ottenere i primi dati dell’utente.
  • Nella fase close, si instaura un rapporto di fiducia tra il team aziendale e il lead, confrontandosi e intuire se i servizi o i prodotti che vengono offerti possono soddisfare i suoi bisogni e raggiungere l’obiettivo ultimo: la vendita.
  • il processo di Inbound Marketing non si conclude con la vendita nella fase delight, con una serie di attività volte a fidelizzare il cliente fino a farlo diventare “promotore” dell’azienda.

Alla luce di quanto detto finora, è chiaro che la fase attract dell’Inbound Marketing comprende anche l’ottimizzazione SEO ed è facilmente intuibile che queste due strategie non sono parallele, ma una fa parte dell’altra.

L’ottimizzazione SEO è fondamentale nella prima fase della strategia di Inbound Marketing e a guidare l’utente lungo le ulteriori fasi della buyer’s journey.

close-up-commerce-data-266176

 

Inbound Marketing e SEO: la coppia vincente

Non ha senso costruire un albergo lussuoso in un luogo irraggiungibile e sconosciuto a chiunque, non credi?

In questo articolo ho messo in luce due concetti che molto probabilmente a volte possono confondere le idee: SEO & Inbound Marketing. Definendo l’obiettivo del primo, è stata sottolineata l’importanza di portare maggiore traffico al sito mentre, con l’Inbound Marketing, si passa a convertire gli utenti che atterrano sul sito web in potenziali clienti.

Insomma, una coppia vincente.

Se la tua azienda necessita di una strategia Inbound, quest’ultima ha bisogno dell’attività SEO e di conseguenza la tua azienda ha bisogno di SEO & Inbound Marketing.

Vuoi approfondire l’argomento? Scopri gli asset e gli strumenti di entrambe le metodologie per una strategia digitale efficace nella tua azienda.

PRENOTA UNA CONSULENZA

Topics: Inbound Marketing

Maria Letizia Sgrò

Scritto da Maria Letizia Sgrò

Laureata in Economia Aziendale e attualmente Digital Strategy Consultant a Guanxi, ricopre il ruolo di Inbound Marketing Strategist.

Potrebbe interessarti: