Gli errori da evitare quando si vende sui MarketPlace - Amazon e eBay

27/11/17 13.12 / Di Eveljn Emmanuello

errori-da-evitare-quando-si-vendo-su-amazon-ebay.jpg

 

In un mondo ormai dominato dal commercio online non c'è niente di più allettante di iniziare a vendere su marketplace come Amazon ed eBay. Nonostante la vendita tramite una piattaforma online sia facilitata dai gestori del sito che si occupano degli aspetti logistici più faticosi e dispendiosi, spetta al venditore occuparsi dell'annuncio da pubblicare.  Nel fare ciò possono essere commessi degli errori banali che causano la trasformazione di una buona idea in un completo fallimento.

Alcuni errori da evitare se vuoi vendere davvero sui MarketPlace

 

Non ottimizzare i titoli delle inserzioni

L'uso di titoli anonimi e privi di parole chiave che ne permettono la visibilità è il primo passo verso il fallimento. Il titolo della tua inserzione deve essere “molto parlante”, quindi descrivere, nel limite di caratteri a disposizione, informazioni dettagliate sul prodotto: Marca, modello, colore o taglia - se si tratta di abbigliamento o calzature.

Per scoprire quali sono le parole giuste da inserire nell’annuncio, puoi utilizzare

Google Trends, che suddivide i trends in categorie molto specifiche e ti aiuta facilmente a cercare le Keyword giuste, in relazione alle tue esigenze. In base alla categoria, Google Trends ti proporrà una lista delle parole più utilizzate recentemente dagli utenti durante la fase di ricerca.

Puoi svolgere una ricerca delle keywords adeguate, puoi anche analizzare gli annunci e i titoli di altri venditori online.  Con il controllo incrociato capirai quale sarà il titolo che ti garantisce una facile rintracciabilità.

 

Infedeltà dell'immagine al prodotto o mancanza dell'immagine

Perché i possibili acquirenti siano interessati al prodotto che stai proponendo, è necessario presentare un'immagine attraente del prodotto. Secondo una ricerca compiuta da Amazon, i clienti sono più portati all'acquisto di un prodotto se è presente un'immagine che li convince.

Ci sono dei requisiti richiesti relativi alle immagini inserite.  

Lo sfondo dell'immagine principale deve essere bianco puro per potersi amalgamare con lo sfondo delle pagine prodotto di Amazon, che hanno valori RGB di 255, 255, 255.

L'immagine principale non deve essere un disegno o un'illustrazione né deve mostrare accessori che non siano inclusi con l'articolo o supporti che possano essere confusi con il prodotto stesso. Allo stesso modo, non deve contenere testo che non sia parte del prodotto, loghi, filigrane o altre immagini in riquadro. Il prodotto deve occupare almeno l'85% della superficie dell'immagine.

Attenzione, però, a rimanere fedeli alla realtà. Il punto di forza di questi MarketPlace è la fidelizzazione dei clienti. Amazon crea un rapporto di fiducia con gli utenti offrendo una garanzia dei prodotti per mezzo di recensioni scritte da chi ha già acquistato l'oggetto.

 

Descrizioni poco dettagliate

Un altro errore che può essere commesso è quello di non offrire sufficienti informazioni al cliente. Bisogna pensare che, nella maggior parte dei casi, stai vendendo un prodotto identico o facilmente sostituibile a quello di un altro (o tantissimi altri!) venditore presente sulla piattaforma. Non ti resta che differenziare il tuo prodotto per mezzo degli strumenti che ti vengono forniti, uno di questi è la descrizione.

Il tipico cliente che compra oggetti online vuole avere la stessa esperienza di acquisto che ottiene entrando in un negozio. Devi fare in modo che il tuo potenziale acquirente, tramite la lettura della descrizione, entri in contatto con l'oggetto stesso. Più dettagli ci sono (dimensioni, colore/i, materiale, qualità), più l'utente sarà spinto ad acquistare. Amazon consiglia di inserire una descrizione composta da elenchi puntati chiari e concisi.

 

Prezzo non competitivo

Ultimo, ma non ultimo, la scelta del prezzo di vendita.

Come anche la logistica di Amazon consiglia, è opportuno scegliere un prezzo che sia competitivo rispetto agli altri venditori che stanno vendono un oggetto simile al tuo: esso non deve essere troppo basso, e nemmeno troppo alto, altrimenti non troverai nessun acquirente disposto a comprarlo. Indubbiamente, i fattori da considerare quando si determina il prezzo di vendita sono moltissimi e le strategie da seguire sono altrettanto varie. Ne ho descritte 5 in questa guida: 

Le 5 strategie di prezzo per incrementare le tue vendite online

Scarica la guida

 

La strategia più diffusa è quella determinata dai prezzi della concorrenza. Moltissime aziende, soprattutto all’estero, hanno scoperto la chiave per il successo nella vendita online grazie al controllo e al monitoraggio costante dei prezzi di competitor che vendono prodotti simili o uguali sugli stessi mercati.

Sei pronto ad incrementare le tue vendite online?

Topics: E-commerce

Eveljn Emmanuello

Scritto da Eveljn Emmanuello

Progettista Multimediale e Digital Analyst, dal 2012 lavora in ambito digital, specializzandosi nella definizione e nel monitoraggio dei KPI, per determinare le performance di una strategia di Marketing.

Potrebbe interessarti:

Unisciti al cambiamento

Banner webinar dbb

Iscriviti alla newsletter

banner-sidebar.jpg

Articoli recenti

BECOME A DIGITAL LEADER!
Diventa il referente digitale per la tua rete.

Ti offriamo un'anticipazione di come è il nuovo modo di vivere e di lavorare sfruttando le tecnologie Digitali.


21 - 22- 23 Febbraio 2019  - Milano