Lead Generation e Landing Page: Non cacciare la gente dal tuo negozio!

09/06/17 12.22 / Di Luigi Montemurro

lead-generation-landing-page.jpg

Ok, le tue campagne AdWords stanno girando, hai inserito delle keyword, hai creato degli annunci, hai messo un budget. E ora? Dove stai portando quelli che hai individuato come tuoi potenziali acquirenti?

Riprendiamo da questo articolo il concetto di negozio. Cosa fai quando un potenziale cliente entra nel tuo negozio? Immagino tu faccia di tutto per fare in modo che non esca prima di aver completato un acquisto, dato che il solo fatto di essere venuto da te, significa che è certamente interessato a ciò che stai vendendo.

Su internet è esattamente la stessa cosa. Certo, non hai un negozio fisico, ma hai la pagina di destinazione dei tuoi annunci.

È forse una pagina del tuo sito, magari la tua home page? Molto male!

Un sito internet non è infatti il posto ideale per far concludere un acquisto ai tuoi visitatori, per convertirli in clienti, questo perché un sito internet, a differenza del tuo negozio, ha molte, svariate, vie di uscita e distrazioni che possano distrarre l'utente dall'azione che noi vogliamo che compia. Icone social? Altre pagine del sito? Spesso anche altri banner pubblicitari! Così facendo è come se in un negozio fisico il proprietario indicasse altri negozi ad un visitatore interessato ad acquistare!

La pagina di destinazione dei tuoi annunci deve quindi essere progettata e utilizzata appositamente per fare in modo di massimizzare le possibilità che chi ci atterra compia esattamente l'azione per la quale sono state pensate e progettate le nostre campagne, deve essere quella che viene comunemente definita una Landing Page.

Cos'è una Landing Page? È una pagina senza altri link ad eccezione della nostra Call To Action, posta sotto il Form che vogliamo che il nostro visitatore compili per fare in modo diventi un Lead e in futuro un cliente. No icone social, No sottopagine, No Menù, No ovviamente, altri banner.

La Landing Page ideale deve infatti contenere, oltre al già citato Form con annessa CTA (chiara, non fraintendibile e che indichi l'azione che l'utente dovrà compiere, es. COMPILA IL FORM E SARAI CONTATTATO), una descrizione del prodotto servizio che stai offrendo e una motivazione per cui l'utente deve lasciare i suoi dati, magari un contenuto premium da scaricare che offra ulteriori informazioni al tuo potenziale prospect prima di essere contattato dai nostri addetti alle vendite.

 form dbb.png

 

E poi?

 

Poi ci sono La Thankyou Page e il Lead Nurturing, restate sintonizzati!


Luigi Montemurro

 

Topics: Lead Generation e processi di vendita

Luigi Montemurro

Scritto da Luigi Montemurro

Laureato in Economia e Finanza, dal 2013 lavora in ambito Digital. Nel 2015 ha fondato la Furibondo Digital Editions, dal 2016 è Project Manager di Guanxi.

Potrebbe interessarti:

Unisciti al cambiamento

Banner webinar dbb

Iscriviti alla newsletter

banner-sidebar.jpg

Articoli recenti

BECOME A DIGITAL LEADER!
Diventa il referente digitale per la tua rete.

Ti offriamo un'anticipazione di come è il nuovo modo di vivere e di lavorare sfruttando le tecnologie Digitali.


21 - 22- 23 Febbraio 2019  - Milano