10 consigli per creare Dashboard davvero utili per il tuo lavoro

30/10/19, 12:30 / Di Gennaro Polito

Come progettare dashboard utili e comprensibili a chiunque ne abbia bisogno

L'ascesa di strumenti di dashboard design innovativi, interattivi e basati sui dati ha reso la creazione di dashboard efficaci un'attività rapida, semplice e accessibile alle aziende lungimiranti di oggi.

Nell'era digitale, non è necessario che un dipartimento di tecnici IT, oltre a un grafico qualificato, crei una dashboard efficace. Tuttavia, se si desidera ottenere un risultato ottimale, acquisire una solida conoscenza del giudizio logico e del pensiero strategico è essenziale, soprattutto per quanto riguarda i principi di progettazione delle dashboard.

 

Vediamo insieme quali sono i 10 consigli principali per le tue dashboard

Le tue dashboard aziendalei dovrebbero essere di facile utilizzo e costituire un aiuto di base nel processo decisionale.

Per aiutarti nel tuo percorso verso il successo guidato dai dati, approfondiremo 10 principi di progettazione della dashboard che ti garantiranno lo sviluppo della dashboard più completa per le tue esigenze aziendali:

  1. Definisci il tuo obiettivo finale
  2. Scegli i KPI più rilevanti
  3. Rendi chiaro il contesto
  4. Cerca la semplicità
  5. Definisci la struttura ragionando il base alla gerarchia delle informazioni
  6. Semplifica l'uso dei colori
  7. Scegli il giusto tipo di grafico
  8. Sii coerente usando le etichette e formattando i dati
  9. Usa elementi interattivi
  10. Continua a far evolvere le tue dashboard

 

Definisci il tuo obiettivo finale

Prima ancora di iniziare a mettere in atto qualsiasi elemento di design, la prima cosa che devi fare è considerare il tuo obiettivo finale.

Per farlo con successo, devi metterti nei panni del tuo pubblico.
Il contesto e il dispositivo su cui gli utenti accederanno regolarmente alle loro dashboard avranno conseguenze dirette sullo stile in cui vengono visualizzate le informazioni. La dashboard verrà visualizzata in movimento, in silenzio alla scrivania o verrà visualizzata come una presentazione di fronte a un vasto pubblico?

Ricorda di creare dashboard online reattive che si adattino a tutti i tipi di schermi, che si tratti di uno smartphone, un PC o un tablet. Se la dashboard verrà visualizzata come una presentazione o stampata, assicurati che sia possibile contenere tutte le informazioni chiave in un'unica pagina.

Per riferimento, ecco i 4 principali tipi di dashboard per ogni attività.

Strategico: una dashboard focalizzata sul monitoraggio delle strategie aziendali a lungo termine analizzando e confrontando un'ampia gamma di informazioni critiche basate sull'andamento.
Operativo: uno strumento di business intelligence esistente per monitorare, misurare e gestire i processi o le operazioni con una scala temporale più breve o più immediata.
Analitico: queste dashboard particolari contengono grandi flussi di dati completi che consentono agli analisti di analizzare ed estrarre approfondimenti per aiutare l'azienda a progredire a livello esecutivo.
Tattico: queste dashboard ricche di informazioni sono più adatte alla gestione intermedia e aiutano a formulare strategie di crescita basate su tendenze, punti di forza e punti deboli tra i dipartimenti, come nell'esempio seguente:

PM Dashboard example

Ogni dashboard deve essere progettata per un particolare gruppo di utenti con l'obiettivo specifico di assistere i destinatari nel processo decisionale aziendale. Le informazioni sono preziose solo quando sono direttamente utilizzabili. L'utente destinatario della dashboard deve essere in grado di utilizzare le informazioni nelle proprie strategie e per gli obiettivi aziendali. Come progettista di dashboard che utilizza solo i migliori principi di progettazione del dashboard, assicurati di essere in grado di identificare le informazioni chiave e separarle da quelle non essenziali per migliorare la produttività degli utenti.

 

Scegli i KPI più rilevanti

Per un design del cruscotto veramente efficace, è necessario selezionare gli indicatori di prestazioni chiave (KPI) giusti per le esigenze aziendali.

I tuoi KPI aiuteranno a modellare la direzione delle tue dashboard poiché queste metriche mostreranno rappresentazioni visive di approfondimenti rilevanti basati su aree specifiche dell'azienda.

Dopo aver determinato i tuoi obiettivi finali e considerato il tuo pubblico di destinazione, sarai in grado di selezionare i migliori KPI da includere nella tua dashboard.

Per aiutarti nella tua decisione, ti consiglio una selezione di oltre 250 esempi di KPI per le funzioni più importanti all'interno di un'azienda: https://www.datapine.com/kpi-examples-and-templates/.

Come ulteriore consiglio, non seppellire l'informazione più importante, il tuo KPI, principale in un grafico. Mostralo in modo forte e orgoglioso come un BAN (Big A** Number)!

BAN dashboard

 

Rendi chiaro il contesto

Senza fornire un contesto, come fai a sapere se quei numeri sono buoni o cattivi o se sono tipici o insoliti? Senza valori di confronto, i numeri su una dashboard non hanno senso per gli utenti. E, soprattutto, non rendono chiaro comprendere se sia necessaria alcuna azione.

Cerca sempre di fornire la massima informazione, anche se alcuni casi sembrano ovvi per te, perché il tuo pubblico potrebbe trovarli perplessi.
Assegna un nome a tutti gli assi e aggiungi titoli a tutti i grafici.
Ricorda di fornire valori di confronto.
La regola empirica in questo caso è quella di utilizzare i confronti più comuni, ad esempio il confronto con un obiettivo prefissato, con un periodo precedente o con un valore previsto.
Questo è un suggerimento efficace per la progettazione delle dashboard che dovresti sempre considerare.

 

Cerca la semplicità

Per quanto riguarda le migliori pratiche nella progettazione delle dashboard, l'accessibilità è uno dei principi più importanti.

Detto questo, non dovresti mai perdere di vista lo scopo di progettare una dashboard. Lo fai perché vuoi presentare i dati in un modo chiaro e accessibile che faciliti il processo decisionale.

Se rendi i grafici troppo complessi, gli utenti dedicheranno ancora più tempo all'analisi dei dati di quanto farebbero senza la dashboard. L'analisi dei dati visualizzata su una dashboard dovrebbe fornire un valore aggiuntivo: ad esempio, un utente non dovrebbe aver bisogno di fare altri calcoli da solo, per ottenere le informazioni che stava cercando, perché tutto ciò di cui ha bisogno verrà visualizzato chiaramente nei grafici.
Cerca sempre di metterti nella posizione dell'utente.

Sales Dashboard example

Possiamo vedere nell'esempio sopra una dashboard di vendita che fornisce al pubblico i dati a portata di mano, per lo più interessanti per dirigenti e vicepresidenti di alto livello.

Tieni a mente quali dati cercherà l'utente? Quali informazioni lo aiuterebbero a comprendere meglio la situazione attuale? Se hai due valori relativi, perché non aggiungere un rapporto per mostrare un'evoluzione o una proporzione, per renderlo ancora più chiaro?
Un punto importante è anche aggiungere la possibilità per l'utente di confrontare il tuo numero con un periodo precedente. Non puoi aspettarti che tutti gli utenti ricordino quali sono stati i risultati delle vendite dell'anno scorso o il tasso di conservazione dell'ultimo trimestre.
L'aggiunta di un rapporto di evoluzione e di un indicatore di tendenza aggiungerà molto valore alle tue metriche, che si tratti di KPI logistici o di approvvigionamento, e renderà l'utente come te.

 

Definisci la struttura ragionando il base alla gerarchia delle informazioni

Le migliori pratiche del dashboard nel design riguardano molto più che buone metriche e grafici ben ponderati. Il prossimo passo è il posizionamento dei grafici su una dashboard. Se la dashboard è organizzata visivamente, gli utenti troveranno facilmente le informazioni di cui hanno bisogno.
Un layout scadente costringe gli utenti a pensare di più prima per capire il punto e nessuno ama cercare dati in una giungla di grafici e numeri. La regola generale è che le informazioni chiave debbano essere visualizzate per prime - nella parte superiore dello schermo, nell'angolo in alto a sinistra.
C'è una certa saggezza scientifica dietro questa posizione: la maggior parte delle culture legge la propria lingua scritta da sinistra a destra e dall'alto verso il basso, il che significa che le persone guardano intuitivamente prima la parte in alto a sinistra di una pagina.

Un altro utile principio di layout delle dashboard è iniziare con il quadro generale. La tendenza principale dovrebbe essere visibile a colpo d'occhio. Dopo questa prima panoramica rivelatrice, puoi procedere con grafici più dettagliati. Ricorda di raggruppare i grafici per tema con le metriche comparabili posizionate una accanto all'altra. In questo modo, gli utenti non devono cambiare i loro ingranaggi mentali mentre guardano la dashboard, ad esempio saltando dai dati di vendita ai dati di marketing e quindi di nuovo ai dati di vendita.

Le dashboard richiedono una gerarchia per essere facili da scansionare. Usa dimensioni e posizione per dare enfasi alle informazioni più importanti e minimizzare le metriche che devono essere esaminate meno frequentemente. Dimensioni coerenti e relazioni chiare tra gli elementi aiuteranno a creare modelli e flusso visivo.

In termini di posizionamento, l'angolo in alto a sinistra della dashboard è la posizione migliore in quanto è dove gli occhi vanno per primi durante la lettura.

Non aver paura dello spazio vuoto. È meglio lasciare un vuoto piuttosto che fare qualcosa di più grande solo per colmarlo.

dashboard design

 

Semplifica l'uso dei colori

Senza ombra di dubbio, questa è una delle migliori pratiche di progettazione delle dashboard.

Questo particolare punto può sembrare incongruo a quello che abbiamo detto fino a questo punto, ma ci sono opzioni per personalizzare le tue creazioni in base alle tue preferenze.

La natura interattiva delle dashboard dei dati consente di abbandonare le presentazioni in stile PowerPoint degli anni '90.
La dashboard moderna è minimalista e pulita: il design piatto è davvero la moda di oggi!

Ora, quando si tratta di colore, puoi scegliere di rimanere fedele all'identità della tua azienda (stessi colori, logo, caratteri) o scegliere una tavolozza di colori totalmente diversa. La cosa importante qui è rimanere coerenti e non usare troppi colori diversi - una considerazione essenziale quando si impara a progettare una dashboard.

Puoi scegliere da due a tre colori, quindi giocare con i gradienti. Un errore comune è usare i colori molto saturi troppo frequentemente.
I colori intensi possono attirare immediatamente l'attenzione degli utenti su un determinato dato, ma se una dashboard contiene solo colori altamente saturi, gli utenti potrebbero sentirsi sopraffatti e persi: non saprebbero cosa guardare prima.
È sempre meglio attenuare la maggior parte dei colori. Le migliori pratiche di progettazione delle dashboard sottolineano sempre la coerenza quando si tratta della scelta dei colori.

Con questo in mente, dovresti usare lo stesso colore per abbinare gli oggetti in tutti i grafici. Ciò ridurrà al minimo lo sforzo mentale richiesto dal punto di vista degli utenti, rendendo di conseguenza più comprensibili le dashboard. Inoltre, se stai cercando di visualizzare elementi in una sequenza o in un gruppo, non dovresti mirare a colori casuali: se esiste una relazione tra categorie (ad es. Progressione di piombo, livelli di valutazione, ecc.), dovresti usare lo stesso colore per tutti gli articoli, graduazione della saturazione per una facile identificazione.

Grazie a questo, i tuoi utenti dovranno solo notare che i colori ad alta intensità simboleggiano i valori variabili di una particolare qualità, oggetto o elemento, che è molto più facile che memorizzare più set di colori casuali. Ancora una volta, la creazione di una dashboard che gli utenti possano capire a colpo d'occhio è il tuo obiettivo principale.

Tieni presente che l'8% dei maschi ha carenza di visione dei colori (CVD): scegli le tavolozze che funzionano bene universalmente. Ciò significa evitare i rossi e i verdi, o almeno scegliere i rossi / i verdi che possono essere visti dalle persone con CVD.

 

Scegli il giusto tipo di grafico

Non possiamo sottolineare abbastanza l'importanza di scegliere i giusti tipi di visualizzazione dei dati. Puoi distruggere tutti i tuoi sforzi con un tipo di grafico mancante o errato. È importante capire quale tipo di informazioni desideri trasmettere e scegliere una visualizzazione dei dati adatta all'attività.

I grafici a linee sono fantastici quando si tratta di visualizzare modelli di cambiamento in un continuum. Sono compatti, chiari e precisi. Il formato dei grafici a linee è comune e familiare alla maggior parte delle persone, quindi possono essere facilmente analizzati a colpo d'occhio.

Scegli i grafici a barre se desideri confrontare rapidamente gli elementi nella stessa categoria, ad esempio le visualizzazioni di pagina per Paese. Ancora una volta tali grafici sono facili da capire, chiari e compatti.

I grafici a torta non sono la scelta perfetta. Si posizionano in basso in termini di precisione perché gli utenti trovano difficile confrontare accuratamente le dimensioni delle fette di torta. Sebbene tali grafici possano essere scansionati all'istante e gli utenti notino immediatamente la porzione più grande, può esserci un problema in termini di scala che comporta che le sezioni più piccole siano così piccole da non poter essere nemmeno visualizzate.

Le sparkline di solito non hanno una scala, il che significa che gli utenti non saranno in grado di notare singoli valori. Tuttavia, funzionano bene quando hai molte metriche e vuoi mostrare solo le tendenze. Sono rapidamente scansionabili e molto compatti.

Non è così facile decifrare anche i grafici a dispersione in quanto mancano di precisione e chiarezza poiché le relazioni tra due misure quantitative non cambiano molto frequentemente. Tuttavia, possono essere utilizzati per una presentazione interattiva per utenti esperti.

La maggior parte degli esperti concorda sul fatto che i grafici a bolle non sono adatti per i dashboard. Richiedono troppo sforzo mentale da parte dei loro utenti anche quando si tratta di leggere informazioni semplici in un contesto. A causa della loro mancanza di precisione e chiarezza, non sono molto comuni e gli utenti non ne hanno familiarità.

In sintesi, i grafici e le visualizzazioni incentrati sulle dashboard rientrano in quattro categorie principali: relazione, distribuzione, composizione e confronto.

A seconda di ciò che si desidera comunicare o mostrare, esiste un tipo di grafico adatto ai propri obiettivi. Posizionare i tuoi obiettivi in una delle 4 categorie principali sopra ti aiuterà a prendere una decisione informata sul tipo di grafico.

 

Sii coerente usando le etichette e formattando i dati

In termini di funzionalità, l'obiettivo principale di un dashboard di dati è acquisire la capacità di estrarre importanti informazioni a colpo d'occhio. È fondamentale assicurarsi che l'etichettatura e la formattazione siano coerenti tra KPI, strumenti e metriche. Se la formattazione o l'etichettatura per metriche o KPI correlati è molto diversa, causerà confusione, rallenterà le attività di analisi dei dati e aumenterà le possibilità di errori. Essere coerenti al 100% su tutta la linea è fondamentale per la progettazione di dashboard che funzionano.

 

Usa elementi interattivi

Qualsiasi dashboard completa degna di nota ti consentirà di approfondire con facilità determinate tendenze, metriche o approfondimenti.
Quando si considera ciò che rende una buona dashboard, è essenziale eseguire drill-down di factoring, cliccare per filtrare e widget dell'intervallo di tempo nella progettazione.

Il drill-down è una funzione interattiva intelligente che consente all'utente di eseguire il drill-down di informazioni più complete relative a un elemento particolare, variabile o indicatore di prestazioni chiave, senza sovraffollare il design complessivo.Tali funzionalità rendono le dashboard ordinate, interattive e ti offrono la possibilità di visualizzare o nascondere le informazioni chiave quando vuoi invece di vagare tra mucchi di informazioni digitali confuse.

 

Continua a far evolvere le tue dashboard

Ultimo ma certamente non meno importante nella nostra raccolta di principi di dashboard efficaci: la capacità di modificare ed evolvere i tuoi progetti in risposta ai cambiamenti intorno a te garantirà un successo analitico continuo.

Quando si progettano dashboard, è essenziale chiedere un feedback. Richiedendo input regolari dal tuo team e ponendo le domande giuste, sarai in grado di migliorare il layout, la funzionalità, l'aspetto, il feeling e l'equilibrio dei KPI per garantire un valore ottimale in ogni momento.

Il mondo digitale è in continua evoluzione. Il cambiamento è costante e i principi di dashboard efficaci sono dettati dalla volontà di migliorare e potenziare continuamente gli sforzi di progettazione. In caso contrario, si ostacolerà solo il successo dei propri sforzi.

Quindi, non smettere mai di evolversi.

“Ci sono tre risposte a un pezzo di design: sì, no e WOW! Wow è quello a cui mirare ”. - Milton Glasner, graphic designer di fama mondiale

 

Quindi, cosa rende una buona dashboard degna di tale aggettivo?
Una dashboard di dati efficace dovrebbe essere sorprendente ma visivamente equilibrata, esperta ma semplice, accessibile, facile da usare e adattata ai tuoi obiettivi e al tuo pubblico.
Tutti i suggerimenti di progettazione delle dashboard riportati in questo articolo formano un processo a tenuta stagna che ti aiuterà a produrre visualizzazioni che miglioreranno esponenzialmente i tuoi sforzi di analisi dei dati.

Ogni dashboard che crei dovrebbe esistere per un gruppo di utenti focalizzato con l'obiettivo specifico di aiutare gli utenti ad attingere ai processi decisionali aziendali e trasformare le intuizioni basate sui dati digitali in azioni strategiche positive.

Le informazioni sono preziose solo quando sono direttamente utilizzabili. Sulla base di questo principio, è fondamentale che l'utente finale possa utilizzare le informazioni fornite da una dashboard per migliorare i propri obiettivi, ruoli e attività personali all'interno dell'azienda.Utilizzando solo i migliori e più equilibrati principi di progettazione delle dashboard, assicurerai che tutti all'interno dell'organizzazione possano facilmente identificare le informazioni chiave, accelerando la crescita, lo sviluppo e l'evoluzione della tua attività.
Ciò significa un pubblico più vasto, una portata maggiore e più profitti: gli ingredienti chiave di un'azienda di successo.

 

Scarica la tua copia del piano per la progettazione di dashboard davvero efficaci!

SCARICA ORA

Topics: Digital analytics

Gennaro Polito

Scritto da Gennaro Polito

Laureato in Ingegneria Gestionale con una tesi sul ruolo del crowdfunding come modalità di validazione di mercato e supporto alle startup, e spinto da una forte passione per l’innovazione e i modelli di business digitali, è Project Manager di Guanxi e supporta i clienti ad affrontare il percorso di Digital Transformation.

Potrebbe interessarti: